Le affinità elettive

Credo fortemente nelle affinità elettive.
Nel corso di una vita si incontrano migliaia di persone, ma solo alcune tra queste riescono, spesso inconsapevolmente, a conquistarci nel profondo, tanto da farci desiderare di averle incontrate prima di allora, di avere già vissuto con loro vite di emozioni, di essere sempre appartenute l’una al mondo dell’altra.

Sono una persona molto fortunata, perchè ho incontrato e continuo ad incontrare, con l’eccezionalità che caratterizza le belle cose, anime gemelle.

Si é sempre trattato di fortuite coincidenze, di strade che si sono incrociate per puro caso, di un posto libero nel banco di scuola, di un passaggio in macchina di ritorno da un concerto, di due case nella stessa strada per il mare, di una amicizia in comune, di un equipaggio di persone tra loro sconosciute, di due letti di ospedale affiancati dallo stesso, meraviglioso, destino.

Di sguardi d’intesa, complici e impigliati l’uno nelle ciglia dell’altro.
Di parole, leggere o profonde, che avrebbero potute essere dette dall’uno o dall’altro, indifferentemente.
Di condivisione di sentimenti, idee ed emozioni, ma delle volte anche di scontri.
Di spontanee attrazioni, come quando mio figlio sorride di un sorriso aperto e accogliente ad alcune persone, e ad altre, semplicemente, no.
Di innamoramenti ed empatie.

Così è successo non solo con il mio compagno di vita, ma anche con la mia migliore amica, incontrata per caso un’estate di moltissimi anni fa, con la quale ho condiviso quasi tutto quello che mi ha portato ad essere quella che sono.

Così è successo il primo giorno di scuola alle elementari, alle medie ed alle superiori, quando gli occhi azzurri, le lentiggini o i riccioli neri di qualcun’altro sentivo appartenessero un po’ anche a me.

Oppure all’università, quando ho incontrato i miei due piú cari amici, provando da subito un sentimento di complicità, fratellanza ed appartenenza che ancora ci lega e che esplode gioioso ogni volta che ci vediamo.

E siccome sono davvero una persona fortunata, anche sul lavoro, dove non sempre è facile stringere amicizie e meno che mai trovare persone spiritualmente e mentalmente affini. Nel mondo lavorativo a cui appartengo io, così legato agli stereotipi (talvolta fondati sulla realtà) della professione dell’ingegnere, spesso di sesso maschile e di mezza età, può considerarsi quasi un miracolo. Ma il destino sa sempre come sorprenderci.
Ed ecco che anche grazie al mio lavoro ho incontrato e riconosciuto altre metà della mia anima, altre gemelle del mio spirito.
Anche in questo caso, è stato facile riconoscerle tra tante, dal primo momento: mi hanno fatto battere il cuore e brillare gli occhi.

Infine, in questa mia nuova vita da blogger, che mi da la possibilità di conoscere, non solo virtualmente, persone nuove appartenenti a mondi completamente diversi dal mio. Persone che vivono con la stessa intensità gli stessi sentimenti che vivo io, e che li sanno raccontare in maniera così familiare da farmi commuovere o farmi ridere come se fossimo amici di vecchia data.

Ed ho come l’impressione che non sia mica finita qui! 😉

Annunci

15 thoughts on “Le affinità elettive

  1. cara grazia, purtroppo a me basta una mano per contare le vere amiche di una vita. alcune sono rimaste nei ricordi, insieme alla citta`che ho lasciato, altre conducono vita da single, poco adatta a me, altre sono state una delusione. attualmente ho una sorella-amica e chissa` che non trovi qualche virtual-amica ideale, dietro questo tablet…

      • Le vere amicizie sono sempre poche, penso che sia insito nell’unicità del rapporto che si crea.
        L’amico ideale non saprei neanche come descriverlo, le persone a cui sono legate sono tutte speciali a modo loro, ma quello che più le rende uniche per me è sentirsi così intimamente uniti anche senza parlare o vedersi spesso, proprio come immagino il rapporto tra fratelli.
        E’ un peccato che non siano di più, ma una mano conta ben cinque dita, e secondo me sono già un bel gruppetto prezioso!
        Un abbraccio, torna a trovarmi e non smettere di cercare 🙂

  2. Certo che non finisce qui! 🙂
    Che bello il tuo post. Bellissime le affinità elettive: le amo, e sono alla base anche della mia vita. Quegli sguardi complici, quelle casualità che poi casualità non sono…le hai descritte benissimo, cara. E sai cosa? Anche un post può rivelarti tante cose. Leggere parole così belle come le tue, perdersi, commuoversi, e sentire qualcosa dentro il cuore che non è solo l’emozione per un post. E’ che a me sembra di conoscerti da sempre. E chissà: a me piace pensare che due parole, magari in una notte d’estate in riva ad un fiume, o negli scantinati davanti ad uno dei musei più famosi d’Italia, ce le siamo scambiate davvero.
    Quello che è sicuro è che in futuro ce le scambieremo! Per forza!
    Un abbraccio forte.

    • Cara Vale! Pensa che questo post è ispirato alla nostra conoscenza, che è la più recente affinità scoperta.
      Anche io ho l’impressione di conoscerti da sempre e abbiamo talmente tante cose (e idee) (e emozioni) comuni che anche secondo me ci siamo sfiorate, nei miei 9 anni torinesi! Io poi sono convinta che tu mi abbia vista sfatta e ballerina da Giancarlo 🙂

      Ti abbraccio tanto, e grazie per essermi vicina col cuore 🙂

  3. Ti leggo da un po’ e mi stupisco sempre di come scrivi bene, quando racconti cose divertenti e anche quando, come qui, parli di sentimenti. Anche i tuoi amici sono fortunati quanto te!
    Mi hai fatto venire voglia di sentire la mia migliore amica, ora la chiamo!!!
    Ciaooooo

  4. Credo fortemente anch’io in quell’alchimia nascosta che attira due persone che neanche si conoscono…è per questo che tra i mille blog in circolazione,questo è l’unico che seguo con costanza e con piacere: mi rispecchio molto nei tuoi post tanto che in particolare alcuni potrei anche averli scritti io per quanto li sento vicini e tanto che mi viene da pensare che sei anche tu del segno dello Scorpione! Confermi o smentisci?
    Cmq…alla prossima e…viva Goethe!!!!!

  5. Ciao! Io ti leggo sempre (ma commento poco), però volevo dirti che ho dedicato questo tuo post alla mia migliore amica per il suo compleanno, l’immagine delle ciglia impigliate è bellissima!
    Spero che ti faccia piacere!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...