Post interlocutorio

miracolo a milanoSono giorni pieni zeppi di cose da fare.
Di vite da tirare fuori dall’armadio, dove sono state messe momentaneamente ad ammuffire, e fare asciugare al sole di questa primavera rubata.
Di progetti da realizzare, elencati in bella copia in una delle mie solite, rassicuranti To-Do-List.
Ah! Le liste.
Sono malata di listite, faccio liste della spesa, liste dei viaggi fatti, di quelli che mi piacerebbe fare, di sogni e desideri.
E ovviamente, di cose da fare.
Sono così patologica che quando studiavo mettevo accanto ad ogni voce della lista l’ora entro la quale dovevo svolgere il task, quando avrei potuto, finalmente, spuntare la voce.
Mai finito di spuntare una lista, né allora, né ora.

Ho anche una congiuntivite che lèvati: aggressiva, recidiva, stracciapalle. Staziona nei miei occhi da metà febbraio [sono quasi tre mesi, lo so, è pazzesco], ho fatto controlli, tamponi, ricontrolli, svariati giri al Pronto Soccorso, rigorosamente in giorni festivi.
Ma niente. Non passa. Occhi gonfi, rossi e pesti come se allenassi un peso massimo con la mia faccia al posto del sacco. Addirittura ogni tanto sanguino dagli occhi come San Gennaro, ma sia ben chiaro, io di miracoli non ne faccio. Purtroppo.
Comunque il fastidio agli occhi e la fotofobia mi tengono lontana dai monitor dei pc e dallo schermo del telefonino, oltre che dalla gente (sono contagiosa, parecchio).

Questo dunque è un post interlocutorio, per dirvi “Hey, non sono fuggita ad Alghero in compagnia di uno straniero”.

Ora scusate, vado a lacrimare sangue in bagno.

Advertisements

11 thoughts on “Post interlocutorio

  1. Cara…nemmeno io ho mai finito di spuntare una lista. Ti dirò di più: a volte faccio liste perfette e poi, per paura di trovare troppe cose da fare, non le guardo più. Ho la casa piena di liste intonse. Baci!

    • Amo fare le liste perfette, non trascurare nulla, considerare anche l’improbabile. Forse per questo non le finisco mai di spuntare.
      Anche io ho nei cassetti e nelle agende decine di liste intonse (solitamente quelle delle pulizie da fare) 😀
      Baci cara!

  2. Anche io all’università mi scrivevo l’ora di fine dei vari capitoli…mai seguite poi queste belle liste! però a me danno un senso di sicurezza:) del resto si dice proprio così: scrivi su un foglio tutti i tuoi pensieri, cosa da fare, idee ecc. e poi buttalo! In bocca al lupo per la congiuntivite! Bacioni

    • Che bello, non sono l’unica stranoide 😉
      Sono d’accordissimo sul senso di sicurezza, mi sembra di avere tutto sotto controllo (anche se poi le cestino incomplete).
      Mi piace l’idea di scrivere tutti i pensieri su un foglio, me lo suggerirono anni da e lo trovo sempre liberatorio!

      Crepi il lupo, baci a te!

  3. ihihih…dai tempi dell’universita’ mi accompagnano liste per tutto, dalle to-do list lavorative a quelle della spesa, dalle liste per la valigia a quelle dei sogni da realizzare e dei viaggi che vorrei fare!Ci credi che ne ho una apposta per le mete sognate da visitare col Patato?;)
    un bacione sperando che passi presto la congiunti-rottura!

  4. IO le liste non le faccio più da un pezzo, salvo che per il lavoro, sull’agenda, ma lì devo spuntare tutto uno a uno per forza!
    Quanto alla congiuntivite…non è che magari è allergia e tu usi colliri antibiotici anzichè antistaminici? Usi le lenti a contatto?
    Non so un medico, ovviamente, però io ho preso due bruttissime congiuntiviti alla maturità (proprio ALLA Maturità!) e da allora non reggo le lenti a contatto più di 5 / 6 ore e sono allergica a molte di esse…
    Se non passa, puoi provare a vendere il fenomeno come un miracolo a qualche giornale!!!!!

    • Ahahah! Hai ragione, dovrei mettere mio figlio davanti al portone a staccare i biglietti e avvertire anche la stampa 😀
      Non uso lenti a contatto, dall’ultima visita pare che io abbia una cosa strana, ma devo fare gli esami del sangue per esserne sicura.
      Che brava, tu finisci le liste!!

    • Amica! Pensa che a me rassicurano, anche se non le completo mai. Mettere nero su bianco le cose da fare è come farle :))) eccetto la lista della spesa!! Senza quella moriremmo di fame!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...