Vi presento un blog…di fotografia

Con un po’ di ritardo ecco qui la terza tappa della Caccia al Tesoro 2012 di Mammafelice, in cui vi presento un blog di fotografia.

Di blog di fotografia (di moda, arte, natura, architettura, viaggio, etc..) se ne trovano a bizzeffe e molti di essi sono di qualità, perciò sceglierne uno solo da consigliare mi ha messo in difficoltà. Inoltre le altre partecipanti alla Caccia al Tesoro hanno consigliato dei blog piacevolissimi e interessanti (trovate l’elenco con i link qui), io non avrei saputo fare di meglio.

Così vi presento un blog in cui le fotografie non spiccano certo per qualità, ma sono usate in maniera originale ed ironica e, almeno per me, esilarante!
Si tratta del blog Studio Arthur di Emily Cleaver, mamma americana pazza e geniale, che fa impersonare al suo bambino alcune scene tratte da classici del cinema.

Per esempio, ecco Arthur in “American Beauty”:

Qui mette in scena “Il settimo sigillo”:

E qui una delle mie scene preferite di uno dei miei film preferiti, “Il Padrino” [mi sono venute le lacrime agli occhi dal ridere :D]

from /www.studioarthur.co.uk

Sul suo blog trovate anche scene tratte da Shining, Fargo, Blair Witch Project, Mission Impossible, Lo squalo e tante altre, che spero vi strappino un sorriso o una risata come hanno fatto con me!

Se volete seguire Arthur e la sua pazza mamma, potete farlo solo tramite Twitter (@EmilyCleaver).

Buona Visione, fatemi sapere se il mio consiglio vi è piaciuto!

Annunci

Vi presento un blog…di poesia

Quarta* tappa della Caccia al Tesoro 2012 di Mammafelice, in cui ho il piacere di presentarvi un blog di poesia.
20120802-153308.jpg

Anche stavolta il compito mi piace particolarmente, perchė amo la poesia nelle varie forme in cui essa si manifesta: nella musica dei cantautori che definisco Poeti, nella scrittura, nella fotografia, nella bellezza inaspettata dei nuovi luoghi ed in quella accogliente dei luoghi conosciuti, nell’incontro di due persone inconsapevolmente e ineluttabilmente fatte l’una per l’altra, nella vita delle cose quotidiane, nelle movenze incerte di un bimbo alle prese con i suoi primi passi.

Non sono una persona romantica, o forse sì, ma in un modo tutto mio che non so spiegare.
Tuttavia ho sempre amato le poesie ed i testi d’amore, che, soprattutto in questo momento della mia vita, mi ritornano in mente con benevola insistenza.

Meglio precisare che non sono esattamente la tipa che si scioglie per un sole-cuore-amore.
[mhmmm, ecco, proprio no], mi piace vedere aldilà delle parole e delle metafore, per questo adoro il blog di poesia che ho deciso di suggerirvi, perchè mi spinge a leggere tra le righe.

Vi presento quindi Le situazioni narrative di Giantropomorfo, che trovate al link:
http://giantropomorfo.wordpress.com/

Vi consiglio di seguirlo perché spero che possa suscitare in voi le emozioni e gli stimoli alla riflessione che provo io leggendolo, anche se in alcuni tratti lo trovo addirittura criptico, ma tant’è, a me piace così.

Il post che vi consiglio di leggere è questo:
Di getto, nel letto, che io interpreto sia sull’amore e sul suo evolversi nel tempo.

Sul blog non c’è il link dei feed RSS, purtroppo, però potete seguire Giantropomorfo tramite email.

Buona Lettura e fatemi sapere se il mio consiglio vi è piaciuto!

* ehmm sì, manca la terza tappa, ma recupererò prossimamente!

Vi presento un blog…di viaggio

Seconda tappa della Caccia al Tesoro 2012 di Mammafelice!

Dopo aver brevemente presentato il mio blog nella prima tappa, oggi ho il compito di presentare un blog di viaggio.
Sono una viaggiatrice da sempre, di terra e di mare. Amo conoscere posti, persone, usi e costumi nuovi e ho avuto la fortuna di poter viaggiare abbastanza da essere tornata arricchita nell’anima e nello sguardo.
Non sono tuttavia una accanita lettrice di blog di viaggio, e quei pochi che ogni tanto frequento sono stati già presentati da altre blogger molto più diligenti! Eccetto uno, che guardacaso è il mio preferito. 🙂

Prima della presentazione ufficiale urge una piccola premessa.
Io e il Papà siamo due appassionati di barca a vela.
Per ragioni diverse, siamo entrambi fatti di mare, vento e salsedine.
Abbiamo avuto l’occasione di fare diverse vacanze, brevi, medie o lunghe, veleggiando nel Mediterraneo, e con l’arrivo di nostro figlio mi sono chiesta più volte come sarebbe stato quando avremmo ricominciato ad andar per mare come una famiglia, così ho iniziato a curiosare sui blog di famiglie che vivono il mare, non solo per le vacanze di una estate, ma anche per periodi molto più lunghi.

Vi presento quindi Sailing Yatch Samba, che trovate al link:
http://burchfamilyontour.wordpress.com

Si tratta del blog di Mel e Pete e dei loro figli Luke e Sam, una simpatica famiglia francese che ha deciso di “traslocare” su un Sun Odyssey 43 per qualche anno, con l’intenzione di veleggiare qua e là in giro per il mondo.
Vi consiglio di seguirlo perché non è un blog che si perde nei tecnicismi, che a chi non mastica di vela (ma anche a chi ne mastica) potrebbero risultare noiosi, ma descrive la loro avventura in maniera sempre semplice e divertente. Spesso sbarcano per fare qualche gita, che raccontano tramite foto davvero meravigliose.
Mi piace perché mi dà lo spunto per riflettere a quante cose si può rinunciare quando si ha accanto la propria famiglia e di quante se ne possono godere grazie alla solidarietà che il mare costruisce tra le persone, perché offre spesso anche il punto di vista dei bambini e perché mi immedesimo completamente nella loro scelta (oddio, forse più che immedesimazione si chiama invidia 🙂 ).

Il post che vi consiglio di leggere è questo qui, sull’Isola di Pasqua.

Sul loro sito non c’è il link dei feed RSS, purtroppo, però potrete seguirli via Facebook o tramite email. C’è anche la possibilità di vedere su una mappa in che punto dell’oceano si trovano.

Mi pacerebbe dedicare una sezione del mio blog ai viaggi fatti e a quelli che mi piacerebbe fare, che sono davvero moltissimi. Prima o poi riuscirò a trovare il tempo di farlo. 🙂
Il viaggio che sogno di poter fare prima o poi, si sarà capito, coincide con quello che hanno fatto Mel e Pete, partire in barca a vela con la famiglia (e qualche amico, se vuol venire…) per un periodo di tempo…diciamo indefinito.
Certamente riuscirò al più presto a fare almeno una breve vacanza in barca con altre famiglie, magari la prossima estate.
[Poi vorrei tornare in Australia, magari questa volta avendo il coraggio di trasferirci lì, ma è tutt’altra storia].

Nel frattempo, Buona Lettura e fatemi sapere se il mio consiglio vi è piaciuto!

Caccia al tesoro!

Giusto pochi giorni fa ricordavo con nostalgia le estati di quando ero bambina o adolescente e di quanto mi manchi quella leggerezza!
Uno degli eventi estivi più attesi era la Caccia al Tesoro, in cui noi ragazzi della “Compagnia” ci dividevamo in squadre e ci disperdevamo per il circondario per cercare gli oggetti più improbabili, decifrando gli indizi critptati in rebus ed indovinelli. In tanti anni non ricordo di aver mai vinto, ma mi sono sempre divertita un sacco!

Quest’estate, la vulcanica Barbara di mammafelice ha proposto una Caccia al Tesoro alternativa: “Presentami un blog“, con lo scopo di conoscere e diffondere nuovi blog e nuove persone, attraverso le segnalazione delle mamme blogger che già si conoscono da tempo. Insomma, un modo simpatico per allargare la famiglia, le proprie amicizie e magari i propri orizzonti (proprio come è successo a me al MammaCheBlog).

La prima tappa della Caccia al Tesoro consiste nel presentare brevemente il proprio blog attraverso un post dedicato, così, Ladies and Gentlemen, This is Me.

Carta d’identità: 35 anni, mamma per scelta da 8 mesi di Pimpi, moglie del Papà, sarda esportata prima a Torino e poi a Milano, ingegnere per caso in un mondo tutto al maschile, blogger per prova da pochi mesi. Mi fanno compagnia due Feroci Felini ed un Simpatico Ornitorinco.
Ho molti interessi, che porto avanti con incostanza, ma con passione. Amo approfondire e parlare. Odio gli stereotipi, le falsità e le banalità.

Nome del blog e topics: thesunmother. Prende il nome da un personaggio fantastico della mia infanzia e rappresenta il rapporto con la mia cara nonna, da cui ho ricevuto molti insegnamenti, che vorrei trasmettere a mio figlio. Essendo un blog personale, parla della mia esperienza di mamma lavoratrice in maniera sincera ed ironica ed è il mio strumento per esorcizzare, con la loro condivisione, i dubbi e le insicurezze di questa nuova vita.

Un buon motivo per seguirmi: è lo stesso per cui partecipare alla caccia al tesoro: per conoscere una persona nuova, condividere le esperienze comuni, sostenerci a vicenda, chiaccherare e ridere insieme come vecchi amici.

Un assaggio di me: finora ho scritto pochi post (che sono incostante l’ho detto?), vi segnalo quelli che mi rappresentano di più: Malaittu su dimoniu e altre tenerezze della mia infanzia, che è anche il più visitato sinora, e Qualcosa è cambiato.

Come farmi compagnia: mi potete seguire come thesunmother anche su twitter, facebook (pagina in costruzione) e instagram.
Infine, questo é il mio indirizzo RSS feed: https://thesunmother.wordpress.com/feed/

…Buona Caccia a tutte!